DIVIETO DI SVOLGERE PASCOLO VAGANTE SUL TERRITORIO COMUNALE

DIVIETO DI SVOLGERE PASCOLO VAGANTE SUL TERRITORIO COMUNALE

Con

Decreto del Presidente della Giunta Regionale 22 gennaio 2022, n. 7. Legge regionale 30/1982, articolo 2, comma 2. “Misure di regolamentazione delle attività venatorie e di natura agro-silvo-pastorale per il contenimento della Peste Suina Africana su alcuni Comuni del territorio della Regione Piemonte.”

oltre a confermare il divieto di svolgimento di ogni attività venatoria, è fatto divieto di svolgere ogni attività di tipo agro-silvo-forestale in buona parte dei Comuni dell’acquese, tra cui Pareto ed i confinanti Spigno M.to, Montechiaro, Merana, Cartosio, Malvicino, Ponzone.  Oggi è stato chiarito che viene richiesto di vietare specificatamente il pascolo vagante. Il taglio boschivo ad oggi rimane aperto.

 

Si riportano le due ordinanze comunali che

 

 

Maggiori informazioni a questo link sul sito della Regione Piemonte

https://www.regione.piemonte.it/web/temi/sanita/peste-suina-africana-attivita-consentite-nella-zona-infetta-nellarea-confinante

DIVIETO DI SVOLGERE ATTIVITÀ’ VENATORIA E DI DISTURBO ALLA FAUNA (trekking, mountain biking, raccolta funghi e tartufi..)

DIVIETO DI SVOLGERE ATTIVITÀ’ VENATORIA IN TUTTA LA PROVINCIA DI ALESSANDRIA

Con Decreto del Presidente della Giunta Regionale 12 gennaio 2022, n. 3, è stata chiusa l’attività venatoria in tutta la Provincia di Alessandria.

QUI IL TESTO DELL’ORDINANZA REGIONALE

in data 13 gennaio 2022, Il Ministero della salute, congiuntamente con il Ministero delle politiche Agricole, ha emesso ordinanza con la quale, oltre alla chiusura dell’attività venatoria vengono “vietate la raccolta dei funghi e dei tartufi, la pesca, il trekking, il mountain biking e le altre attività che, prevedendo l’interazione diretta o indiretta con i cinghiali infetti o potenzialmente infetti, comportino un rischio per la diffusione della malattia. Sono escluse le attività connesse alla salute, alla cura degli animali detenuti e selvatici nonché alla salute e cura delle piante, comprese le attività selvicolturali. ”

QUI IL TESTO DELL’ORDINANZA MINISTERIALE

A QUESTO LINK E’ SCARICABILE LA CARTINA DELLA ZONA PERIMETRATA, all’interno della quale è inserito il Comune di Pareto.